Il sito ufficiale

Scarica il Player per vedere le immagini.

Breve biografia

La carriera da duathleta di Alessandro Alessandri (da qui Ale) nasce….da un infortunio!!!!
Era il 1996 quando, per cercare di dare sollievo ad un tendine che non ne voleva sapere di sfiammarsi, Ale inforca per le prime volte una bici da corsa….(si dice che uscisse solo a pedalare con la fidanzata….).Dato che l’abbinamento bici-corsa non creava problemi alle prestazioni podistiche, anzi ne alzava il livello….le passeggiate si sono trasformate ben presto in allenamenti veri e propri,seguiti dalla partecipazione anche a qualche gran fondo.

A Rimini esisteva già quella che da lì a poco sarebbe diventata la sua squadra…il T.D.SGRimini, dove già militavano alcuni atleti della squadra azzurra di duathlon…L’incontro che segna l’inizio di un sodalizio che ancora oggi è ben solido è del 1997, anno in cui Alessandro Alessandri compare sulla scena del duathlon italiano ed internazionale per diventarne immediatamente indiscusso protagonista….

Il suo debutto sul palcoscenico continentale avviene a Wald (CH) in una gara di Coppa Europa, dove conquista subito un 6° posto tanto più sorprendente se si pensa che la partecipazione alla prova in Svizzera era stata determinata dal forfait all’ultimo minuto di un compagno di squadra…

Dopo Wald vengono i successi di La Ferte St.Aubin (FRA), di Mafra (POR) e di Calais che gli consegna anche la vittoria della classifica finale di Coppa Europa.Il 1997 si chiude con il 14° posto ai Mondiali di Gernika e con tanta esperienza incamerata…

L’anno seguente…bis!!! Ancora il successo in Coppa Europa e soprattutto la conquista della medaglia di bronzo ai Campionati Europei sulla distanza Classica…che ad oggi costituisce il miglior risultato a livello continentale.Gli anni successivi vedono Ale sempre sugli scudi e leader indiscusso della scena italiana, anche se la consacrazione che solo una medaglia “mondiale” può dare si fa desiderare…

2001: Powerman….e primi triathlon

Alessandro Alessandri - biografiaIl 2001 segna il completamento della metamorfosi da mezzofondista a duathleta a tutto tondo, grazie anche all’incontro con il preparatore modenese Costantino Bertucelli, col quale decide di allungare le distanze e di affrontare le manifestazioni del circuito mondiale Powerman! Ed è un debutto col botto….vittoria “quasi fin troppo facile” il 22/4 alla prova del Lussemburgo a cui segue il secondo posto a Geel (BELGIO) dietro al fenomeno di casa Van Steeland. (immagine a lato)

Il 2001 è anche l’anno dei primi approcci con la triplice disciplina. Ale si presenta al via di diversi triathlon sprint Alessandro Alessandri - biografia(vince a Faenza: foto a lato) e di alcuni olimpici, pagando ovviamente dazio nella prima frazione, e riuscendo poi a recuperare nella bici e nella corsa. La scintilla è scoccata….

E il 2001 è anche l’anno del mondiale in casa, nella sua Rimini…(foto sotto a destra) che il 16/9 è tutta sul lungomare ad incitarlo e a sostenerlo….La tanto sospirata medaglia non arriva. Un Van Steeland nettamente superiore e una condotta di gara forse troppo aggressiva fanno sì che l’azzurro riesca ad ottenere solo un 9° posto, stessa posizione dell’Europeo di Mafra (foto sotto), e tanto amaro in bocca…

Alessandro Alessandri - biografia

Alessandro Alessandri - biografia

2002: Un anno difficile…

Certamente il 2002 non è stato un anno facile…ben 6 ritiri hanno segnato la stagione appena trascorsa e solo qualche prova è stata all’altezza della fama e del valore propri di Ale. La vittoria del Powerman di Parma (foto), anche se ” a tavolino”, la conquista, con una prova maiuscola, del 4° titolo italiano sulle strade di casa e il 4° posto al Mondiale di Alpharetta sono senza dubbio i migliori risultati ottenuti dall’atleta riminese….

Si intensificano anche le presenze nei triathlon…e con risultati sempre più convincenti…

Alessandro Alessandri - biografia